Barone Ritter de Záhony

il vino attraverso i millenni

Barone Ritter de Záhony si dedica alla viticoltura da 180 anni. Nella tenuta del Monastero di Aquileia, trasformata in società agricola dal Barone Ettore Ritter de Záhony, Guido (settima generazione Ritter de Záhony) e Roberta la sua compagna si dedicano con amore e passione alla cura dei vitigni. 

barone-ritter-de-zahony

Barone Ritter de Záhony si dedica alla viticoltura da 180 anni. Nella tenuta del Monastero di Aquileia, trasformata in società agricola dal Barone Ettore Ritter de Záhony, Guido (settima generazione Ritter de Záhony) e Roberta la sua compagna si dedicano con amore e passione alla cura dei vitigni. 

Tutto ha inizio nel 1850, quando il Barone Giulio Ettore Ritter de Záhony prende possesso dell’ex Monastero benedettino di Aquileia (uno dei più potenti, perché rispondeva direttamente al Vaticano) che nel frattempo era diventato una villa privata della famiglia Cassis-Faraone. Decide di fondare qui la sua società agricola innovativa dedita alla viticoltura.

Da quel giorno la tenuta è sempre stata di proprietà della famiglia Ritter de Záhony che, a parte una piccola interruzione, si è dedicata alla produzione di pregiati vini valorizzando questo terroir ideale per la coltivazione dell’uva, dalle caratteristiche inimitabili. 

Curiosità: intrecci di storia friulana

La figlia del Barone Giulio Ettore Ritter de Záhony, Elvine, sposò l’esperto enologo Theodor Karl Leopold Anton de la Tour Voivrè, esponente di un’antica e nobile famiglia francese. Ai novelli sposi il Barone donò l’appezzamento di terra di Russiz, oggi nota come Villa Russiz. La leggenda vuole che l’enologo vi introdusse varietà di vigneti francesi portando le barbatelle nascoste in mazzi di fiori da donare all’amata. 

I vini

Abbiamo visitato la tenuta grazie all’evento Vigneti Aperti organizzato dal Movimento del Vino Friuli Venezia Giulia.

Abbiamo scelto la degustazione classica con visita alla tenuta, per poter conoscere la storia dell’azienda e le sue peculiarità. Così Roberta ci ha raccontato la storia dell’azienda, dal monastero ad oggi, abbiamo visitato la tenuta e chiacchierato raccontandoci di noi. Un’esperienza piacevole e interessante anche dal lato umano, che ci ha permesso di entrare in un mondo nuovo! Così abbiamo scoperto con piacere un dettaglio romantico di questa azienda: ogni vino è dedicato a un membro della famiglia Ritter de Záhony, i rossi agli uomini, i bianchi alle donne. Non è una bellissima idea?

Sul loro sito ritterdezahony.it alla voce “esperienze” potrete visionare e prenotare la degustazione che preferite!

Abbiamo degustato:

  • BRUT PROSECCO DOC

Un Prosecco che vi sorprenderà, per il suo profumo e il suo sapore freschissimo. Perfetto per l’estate, leggero (11 gradi) e dal perlage estremamente raffinato. Da provare! 

  • MAVÍ

Dedicato all’ultima arrivata in famiglia: Maria Vittoria, la figlia di Guido e Roberta. Un rosé incredibile che prende il colore dalla polpa dell’uvaggio Rebo.

  • EDDA CRISTINA PÁLAVA 

Dedicato alla mamma di Guido, un bianco realizzato con un uvaggio particolare: il Pálava, in ricordo delle antiche proprietà morave della famiglia. Una meraviglia abbinato ai cibi speziati. Particolarissimo, da assaggiare. 

Leggi tutti i nostri articoli su artigiani e produttori del Friuli Venezia Giulia

Potrebbe interessarti anche…

Amar de Clevo

Amar de Clevo

Amar de Clevo l'amaro della Val Degano (Carnia)Vi raccontiamo la storia di un prodotto artigianale eccezionale realizzato in Carnia, nella Val Degano: l'Amar de Clevo. Un digestivo a base di erbe locali che racchiude i profumi, i sapori e le leggende della nostra...

leggi tutto
Racconti in Tessere

Racconti in Tessere

Oggi vi raccontiamo le creazioni di Racconti in Tessere, due artigiane che realizzano oggettistica per la casa con l’antica tecnica del mosaico. Leggi il nostro racconto!

leggi tutto

Ultimi articoli

Polcenigo

Polcenigo

Polcenigo uno dei Borghi più Belli d'Italia Polcenigo è un meraviglioso borgo caratterizzato dalla presenza delle acque. Si trova infatti tra le Sorgenti del Livenza e la sorgente del Gorgazzo. Dal 2001 tra i Borghi più Belli d’Italia. Visitalo assieme a noi!...

leggi tutto

Non perderti nulla!