Monte Festa

dalla Sella di Interneppo

 

La salita che porta al Monte Festa regala panorami suggestivi sul Lago di Cavazzo e sulla cima potrete visitare il Forte di Monte Festa, una delle più importanti opere militari del Friuli Venezia Giulia.

monte-festa

Monte Festa

La salita al Monte Festa è un’escursione che fa tutti felici! È adatto sia a chi ama le passeggiate nella natura e i panorami mozzafiato, sia a chi è interessato alla cultura e ai resti della Grande Guerra. Questo sentiero infatti regala bellissimi scorci sul Lago di Cavazzo e in cima al Monte Festa è possibile visitare il Forte del Monte Festa.

Il Forte del Monte Festa è una delle opere militari italiane più importanti di inizio ‘900, costruito per rinforzare il confine orientale dell’allora Regno d’Italia. È possibile visitare i ruderi delle caserme, due gallerie, le batterie che ospitavano i cannoni e i resti della teleferica che collegava il Monte Festa ad Amaro. È possibile visitare anche l’interno del forte e grazie al museo permanente potrete approfondire le vicende che lo hanno visto protagonista.

Leggi tutti i nostri articoli su sentieri & passeggiate in Friuli Venezia Giulia

Il sentiero

monte-festa

La partenza del sentiero è la Sella di Interneppo, dove è possibile anche parcheggiare l’auto (questo il punto esatto: 
https://goo.gl/maps/b65yLJrBUMmieoG46). Qui troverete un bivio: a destra l’indicazione per il Monte San Simeone, a sinistra l’indicazione per il Monte Festa. La salita al Monte Festa può avvenire o percorrendo la vecchia strada militare (una comoda e larga carrareccia) oppure il sentiero CAI 838 che risulta tuttavia maggiormente ripido. Naturalmente la strada non è percorribile in auto ma entrambi i percorsi devono essere effettuati a piedi! 

Per arrivare alla cima del Monte Festa noi abbiamo impiegato 3 ore: non essendoci punti di ristoro vi consigliamo il pranzo al sacco e di portare con voi molta acqua.

Se decidete di percorrere la strada militare, il sentiero sarà sempre asfaltato o ghiaioso e senza particolari difficoltà a parte la salita. In alcuni punti si può già scorgere il panorama sul Lago di Cavazzo, che tuttavia non sarà paragonabile a quello che avrete raggiunta la cima! 

Circa a metà percorso troverete il Belvedere Tucjar, il primo punto panoramico sul lago, e circa a 3/4 del percorso troverete una fontana con acqua potabile, ma noi l’abbiamo trovata purtroppo chiusa. 

Capirete di essere quasi arrivati quando troverete i resti delle caserme militari. Successivamente, la prima struttura visibile del forte sarà la batteria esterna. Vi consigliamo di salire sul tetto per ammirare il famoso panorama sul Lago di Cavazzo e sulle vallate circostanti!

Informazioni importanti

  • potete scegliere tra la vecchia strada militare e il sentiero CAI 838
  • la strada militare non è percorribile in auto
  • non ci sono punti di ristoro
  • c’è una fontana circa a metà percorso, ma noi l’abbiamo trovata non funzionante 
monte-festa-belvedere
monte-festa
monte-festa

dislivello in salita (metri)

quota massima (metri)

quota minima (metri)

tempo di percorrenza (ore)

lunghezza (km)

  • difficoltà

Potrebbe interessarti anche…

Monte Crostis dalla Panoramica delle Vette

Monte Crostis dalla Panoramica delle Vette

Se cercate un’escursione dai panorami mozzafiato, questo itinerario fa per voi! Un’escursione semplice vi porterà dal Rifugio Chiadinas al Monte Crostis percorrendo anche la meravigliosa strada carrozzabile Panoramica delle Vette.

leggi tutto
Fontanone di Goriuda

Fontanone di Goriuda

Fontanone di Goriuda spettacolare cascata in Val Raccolana Il Fontanone di Goriuda è una spettacolare cascata di 80 metri che si trova in Val Raccolana, vicino a Chiusaforte. Raggiungilo assieme a noi!Fontanone di GoriudaIl Fontanone di Goriuda è una spettacolare...

leggi tutto

Ultimi articoli

Isola della Cona

Isola della Cona

Scopri l’Isola della Cona, un paradiso naturale lungo il fiume Isonzo, noto per il birdwatching e la sua ricca biodiversità. Esplora sentieri panoramici, avvista uccelli rari e incontra i maestosi Cavalli Camargue in libertà. Un’esperienza indimenticabile nel cuore della Riserva Naturale Foce dell’Isonzo.

leggi tutto
Carnevale di Sappada

Carnevale di Sappada

Il Plodar Vosenòcht trasforma Sappada in un vibrante palcoscenico di colori e festa, celebrando le radici storiche del Carnevale. Con maschere fatte a mano, le pittoresche borgate si animano nelle quattro domeniche pre-Quaresima.

leggi tutto
Acquario di Ariis

Acquario di Ariis

Acquario di Ariis Un viaggio alla scoperta delle meraviglie ittiche friulane Benvenuti nell'incantevole mondo dell'Acquario di Ariis, un gioiello gestito dall'Ente Tutela Patrimonio Ittico, l'unico acquario friulano dedicato alle specie autoctone presenti nel nostro...

leggi tutto

Non perderti nulla!